È uno degli ambienti più importanti della casa e anche uno dei più difficili da gestire a livello di temperatura. Vediamo insieme i migliori consigli per garantire il giusto comfort termico di una cucina, senza che sia troppo calda o troppo fredda.

 

 

Qual è il modo più economico per riscaldare la cucina?

 

Da una parte i piani di lavoro accesi che producono calore. Dall’altra le finestre aperte per far circolare l’aria, con il rischio che la stanza diventi presto troppo fredda. Trovare il giusto equilibrio termico in cucina non è facile, ma è molto importante, soprattutto se è un open space con il soggiorno o la sala da pranzo.

Cuore dell’abitazione, la cucina deve essere accogliente sia per chi ci lavora sia per chi è ospite. Corrono in aiuto alcune opzioni di riscaldamento che possono essere prese in considerazione per ottenere un microclima ideale, in modo economico.

Una valida soluzione, soprattutto se si ha in mente di ristrutturare casa, è rappresentata dal riscaldamento a pavimento

  • Il suo punto di forza principale è l’uniformità con la quale viene diffuso il calore
  • Inoltre permette di recuperare spazio, visto che non sono più necessari i termosifoni: è un altro elemento a suo vantaggio. D’altra parte, se la cucina è piccola il riscaldamento a pavimento potrebbe non essere idoneo: il mobilio, occupando buona parte della superficie, impedisce al calore di diffondersi.
  • I consumi energetici vengono notevolmente ridotti rispetto a quelli tradizionali e aumentano ulteriormente se l’impianto è abbinato ad una pompa di calore o ad una caldaia a condensazione.
  • Evita la formazione di polvere e acari, mantenendo pulita e salubre l’aria in una zona in cui possono entrare in contatto con gli alimenti. 

Allo stesso tempo, richiede un alto costo iniziale perché l’installazione potrebbe richiedere la realizzazione di uno strato di supporto: il massetto. 

La piena efficienza del riscaldamento a pavimento dipende infatti anche un preciso livello di pavimentazione per non impattare sulla prestazione. Per questo motivo è raccomandato nelle case di nuova costruzione, in cui i lavori vengono effettuati da zero. 

In quelle più vecchie, l’innalzamento del pavimento per applicare il sistema radiante, anche di pochi centimetri, può rendere problematica la disposizione dei mobili fatti su misura in precedenza. 

Quanto scalda la cucina economica?

 

Una seconda ipotesi con lo sguardo rivolto al passato e alla tradizione è la termocucina o la cucina economica. Sono la versione aggiornata e avanzata delle stufe a legna in ghisa sulle quali venivano fatte scaldare le pietanze.

La termocucina è ancora oggi utilizzata a questo scopo, ma allo stesso tempo funziona da vere e proprie caldaia:

  • produce acqua calda sanitaria;
  • accumula calore da diffondere negli altri ambienti di casa.

L’utilizzo di un materiale per la combustione come la legna o il pellet al posto di risorse fossili comporta un notevole risparmio sulle bollette di gas e luce

Aggiunge inoltre un elemento estetico al contesto, un tocco di stile per personalizzare uno spazio in cui dedicarsi ad una passione e ai gusti della tavola.

Non è però adatta nelle abitazioni dove è impossibile installare un sistema di ventilazione dei fumi da combustione verso l’esterno: un passaggio fondamentale per evitare che la cucina si riempia di fumi fastidiosi e pericolosi. 

In aggiunta, è sconsigliata negli spazi piccoli e non solo perché risulterebbe ingombrante. Nei mesi più estivi, il calore prodotto durante la cottura diventerebbe particolarmente insopportabile in una stanza dalle dimensioni ridotte.

 

riscaldare-cucina

Come riscaldare in inverno la cucina?

 

Tra i sistemi di riscaldamento efficienti anche durante la stagione invernale troviamo i più tradizionali termosifoni. Il loro apporto in cucina può essere elevato, soprattutto se di ultima generazione, sottoposti a regolare manutenzione e abbinati a sistemi di controllo e regolamentazione smart. 

I termosifoni non ingombrano come una termocucina e non necessitano di una installazione articolata come il riscaldamento a pavimento. 

La cucina è un ambiente che viene vissuto dagli abitanti di una residenza in alcuni momenti della giornata, tra cui a colazione e a cena. A pranzo può infatti capitare che nessuno sia a casa e dunque non diventa necessario attivare il riscaldamento o aumentare la temperatura interna.

I sistemi intelligenti, che comprendono termostati e termovalvole, sono studiati appositamente per garantire un corretto riscaldamento e una gestione ottimizzata dell’energia. Si possono impostare gli orari di accensione e spegnimento, in modo che la cucina sia scaldata in modo adeguato prima di mettersi ai fornelli. 

La tecnologia permette di impostare funzioni multizona. Grazie a questa modalità, le stanze registrano una temperatura diversa a seconda del loro utilizzo e del momento della giornata. 

Tutte funzionalità che possono aiutare a evitare spiacevoli sorprese al rientro a casa dopo una giornata di lavoro, ritrovandosi immersi in una cucina fredda e inospitale.

Accanto ai dispositivi domotici, che si possono controllare a distanza tramite smartphone, la corretta manutenzione dei termosifoni diventa un valore aggiunto

A volte basta un intervento diretto per assicurarsi che operino correttamente, sfiatandoli dall’aria in eccesso che interrompe il flusso di acqua calda. In altre occasioni, è fondamentale rivolgersi alle competenze di un tecnico esperto, ad esempio in presenza di problemi di pressione. 

riscaldare-cucina

 

Quanti gradi ci devono essere in cucina?

 

Come sottolineato in precedenza, i gradi della cucina sono suscettibili alle attività svolte al suo interno. L’accensione dei piani di cottura o del forno determinano un innalzamento della temperatura.

Se consideriamo che 20° C sono ritenuti sufficienti per un comfort termico, in cucina possono scendere a 18° C, a patto che non occupi un’area unica con la sala da pranzo e tenendo conto delle sue dimensioni.

Il calore generato dal gas dei fornelli o dal forno in funzione si aggiunge a quello emesso dai termosifoni, facendo salire la temperatura percepita. 

Altri articoli

Caldaia in blocco: cosa fare

16 Maggio 2024

La caldaia perde acqua: cosa devo fare

10 Maggio 2024

Perché il termostato lampeggia

30 Aprile 2024

Smart Valve

95,00 €

Controlla la temperatura di ogni singola stanza senza l'esecuzione di opere murarie o elettriche. Le nostre Smart Valve sono compatibili con tutti i marchi di radiatori e i principali produttori di valvole idrauliche.

ACQUISTA

Connection Unit & Repeater

125,00 €

La Connection Unit va collegata al router di casa ed è indispensabile per controllare tutti gli altri dispositivi del sistema dove e quando vuoi direttamente dal tuo smartphone tramite App.

ACQUISTA
kit de válvula termostática inteligente inalambrico

Kit Smart Valve

259,00 €

Ottieni il massimo del comfort e imposta la temperatura ideale di ogni zona della tua casa con il Kit Smart Valve. Controlla la temperatura dove e quando vuoi tramite smartphone. Le nostre valvole termostatiche intelligenti sono compatibili con tutti i marchi di radiatori e i principali produttori di valvole idrauliche.

ACQUISTA