La crisi energetica in corso sta causando non pochi problemi all’Italia e ai suoi abitanti.

L’aumento del costo del gas, dovuto alla ricerca di fornitori diversi per rimpiazzare una Russia sanzionata per le operazioni militari in Ucraina, porta a una difficoltà di approvvigionamento della materia prima e, come conseguenza ultima, un aggravio delle spese per il riscaldamento di tutti i cittadini.

Il Ministero della Transizione Ecologica ha recentemente diramato un decreto con delle nuove disposizioni in vista di un inverno che si preannuncia molto difficile, un piano nazionale di contenimento dei consumi del gas naturale.

L’obiettivo è quello di consumare meno e in modo più responsabile.

Nel decreto ci sono misure come l’obbligo di abbassare la temperatura massima prevista nelle abitazioni private, negli uffici e nei negozi di un grado, da 20° a 19° quindi, e ridurre di un’ora al giorno l’accensione del riscaldamento per tutto l’autunno inverno 2022/2023 in tutte le zone d’Italia eccezion fatta per quelle alpine.

Infine, a seconda delle zone climatiche nazionali, ci sarà un diverso calendario di accensione e spegnimento degli impianti di riscaldamento.

Per gran parte del territorio nazionale questo si tradurrà in una settimana di posticipo nell’accensione (nel Nord Italia sarà il 22 ottobre) e in una settimana d’anticipo della data di spegnimento, che sarà il 7 aprile.

Il ministero stima che se queste norme saranno osservate ci sarà un risparmio totale di 5,3 miliardi di metri cubi di gas metano.

Al di là degli interventi statali, un comportamento consapevole di ogni singolo cittadino può fare davvero la differenza, e permettere di ottenere un risparmio tanto nel consumo della materia prima quanto, soprattutto, nei costi finali.

Questo comportamento consapevole, in fin dei conti, porta dei vantaggi davvero a tutti e non solo da un punto di vista economico, ma anche in termini di salute, soprattutto con il supporto della tecnologia.

Andiamo quindi a vedere come questo sia possibile e quale sia la soluzione tecnologica migliore per favorire un reale risparmio. 

 

 

Perché è meglio evitare temperature troppo alte in casa in inverno

 

Perché è meglio evitare temperature troppo alte in casa in inverno

 

L’abbassamento di un grado della temperatura in casa d’inverno, ovvero da 20 a 19 gradi, può avere un impatto positivo sulla salute delle persone.

Per quanto la percezione del calore cambi da persona a persona, una temperatura troppo alta in casa comporta alcuni rischi.

Il troppo caldo, diciamo superiore ai 22°, unito a un’umidità troppo elevata risulta infatti essere dannoso per la salute.

Si tratta infatti di condizioni che favoriscono la formazione di microrganismi, muffe e acari della polvere, tutti agenti molto allergenici.

Oltre a questo, troppo calore favorisce anche l’insorgere di infezioni respiratorie, proprio perché viene incoraggiata la circolazione di batteri a virus.

Una temperatura non ideale in casa, inoltre, può provocare mal di testa, per via di un’eccessiva vasodilatazione; un livello di umidità non sufficiente, invece, fa sì che la pelle tenda a seccarsi e può provocare dermatiti.

Infine, un’alta temperatura in casa presuppone un utilizzo più intenso della caldaia, aumentando il rischio di rilascio di sostanze molto tossiche come il monossido di carbonio.

Fonte: IRCSS Humanitas

 

Un grado in meno in casa fa davvero la differenza?

Un grado in meno in casa fa davvero la differenza?

 

Alla luce di quanto abbiamo appena illustrato, la risposta a questa domanda è chiaramente no.

Il corpo umano si abitua velocemente e in questo caso non stiamo parlando di una variazione particolarmente significativa.

La temperatura ideale d’inverno  per garantire il giusto comfort termico all’organismo è compresa tra i 18° e i 23°, con un’umidità dell’aria compresa tra il 40% e il 60%, quindi assolutamente nel range compreso dalle ultime disposizioni legislative.

Ci sono tutte le condizioni dunque per garantire un giusto benessere abitativo in casa, che si traduce poi in benessere psicofisico della persona.

Quest’idea è supportata anche da fonti autorevoli.

Secondo Maurizio Cancian, presidente della Società Italiana di Medicina Generale e delle cure primarie, 19° è la temperatura perfetta da tenere di giorno, mentre 17°-18° sono l’ideale di notte quando si dorme.

Se si avverte una sensazione di freddo basterà vestirsi un po’ più pesanti.

Nessun problema per la salute quindi.

 

Riscaldamento smart: perché aiuta a osservare la normativa e a preservare la salute

 

Riscaldamento smart: perché aiuta a osservare la normativa e a preservare la salute

 

Un grandissimo aiuto per rispettare le nuove normative sulla temperatura in casa d’inverno, che aiuti a salvaguardare la salute delle persone ma anche a garantire un comfort abitativo ideale, può venire sicuramente dalla tecnologia.

L’adozione di un sistema di riscaldamento intelligente come quello di IRSAP NOW permette infatti di tenere sempre sotto controllo la situazione, garantendo la temperatura ideale in casa per tutto l’inverno.

Si tratta di un sistema wireless e multizona, in grado di regolarsi automaticamente a seconda della presenza o meno di persone nella stanza e quindi di distribuire al meglio il calore.

Infatti, la funzione Smart Scheduling fa sì che il sistema impari automaticamente dalle abitudini degli abitanti di casa, regolando nel modo corretto la temperatura dei diversi ambienti di casa.

L’utente può anche pianificare la temperatura di diversi ambienti secondo le proprie abitudini ed esigenze, sia su base giornaliera che settimanale.

Il sistema non solo offre un totale controllo della temperatura senza pensieri.

Il termostato intelligente di IRSAP NOW permette anche di verificare il grado di umidità dell’aria e la sua qualità nell’ambiente in cui è installato.

Tutti i dispositivi dell’impianto di riscaldamento smart di IRSAP NOW sono connessi tra di loro e sono accessibili anche da remoto attraverso l’app dedicata.

Qui sono visibili anche tutte le statistiche circa le varie funzioni del riscaldamento, oltre a consigli su come migliorare la qualità dell’aria e il comfort abitativo. 

In più, grazie alle valvole termostatiche intelligenti è possibile gestire l’afflusso dell’acqua all’interno di ogni singolo termosifone, con la conseguenza di garantire una temperatura corretta e costante.

Queste funzioni, oltre a promuovere comfort termico e salute, permettono una sensibile diminuzione dei consumi, con un notevole risparmio finale in bolletta.

 

IRSAP NOW: comfort, risparmio e salute

IRSAP NOW: comfort, risparmio e salute

 

Abbiamo illustrato quali sono le disposizioni governative volte al risparmio di gas riguardo alla temperatura da tenere in casa in inverno e all’accensione del riscaldamento.

Queste misure, come abbiamo visto, non hanno alcun impatto negativo sulla salute dei cittadini.

Inoltre, per osservare le regole e allo stesso tempo mantenere un comfort termico ideale, la tecnologia accorre in nostro aiuto: prova subito il sistema di riscaldamento smart di IRSAP NOW ed evita inutili sprechi questo inverno!

 

 

Altri articoli

Prodotti in questo articolo

termostato intelligente wifi

Smart Thermostat

155,00 €

Sostituisci il termostato tradizionale con il nostro Smart Thermostat dalle funzionalità evolute per controllare con maggiore precisione la qualità dell’aria e la temperatura degli ambienti di casa.

ACQUISTA

Smart Valve

95,00 €

Controlla la temperatura di ogni singola stanza senza l'esecuzione di opere murarie o elettriche. Le nostre Smart Valve sono compatibili con tutti i marchi di radiatori e i principali produttori di valvole idrauliche.

ACQUISTA

Connection Unit & Repeater

125,00 €

La Connection Unit va collegata al router di casa ed è indispensabile per controllare tutti gli altri dispositivi del sistema dove e quando vuoi direttamente dal tuo smartphone tramite App.

ACQUISTA