Dotarsi di un generatore di calore efficiente non è l’unico modo per risparmiare sui costi legati al riscaldamento. È infatti molto importante sapere come regolare il termostato di casa, lo strumento che permette di gestire il calore negli ambienti. Scopriamo insieme come fare e come ricavarne vantaggi economici ed energetici.

 

 

Come impostare al meglio il termostato?

 

Il termostato ha due funzioni ben precise:

  • permette di accendere e spegnere il sistema di riscaldamento;
  • consente di regolare la temperatura ad impianto funzionante.

È quindi facile intuire il ruolo che gioca nel raggiungere un risparmio energetico, inteso sia evitare gli sprechi di energia sia come contenere l’ammontare delle bollette. Tanto una caldaia piuttosto che una pompa di calore quanto i radiatori possono rendere al meglio grazie alla corretta impostazione e gestione del termostato. 

Non sono richieste particolari competenze: per certi versi, basta affidarsi alle buone prassi, prima fra tutte quella che prevede di impostare la giusta temperatura. Durante la brutta stagione, inverno compreso, la temperatura interna ideale è compresa tra i 19 e i 20 gradi centigradi.

È un livello sufficiente perché gli abitanti di casa possano vivere circondati dal cosiddetto benessere termico, inteso come la condizione climatica in cui non si avvertono né troppo caldo né troppo freddo. Per ogni grado in più, le spese aumentano e se si raggiungono temperature eccessivamente alte, per esempio i 25 gradi, le ripercussioni si fanno sentire non solo sull’economia di casa, ma anche sulla salute.

  • Aumenta il rischio di ammalarsi per colpa degli sbalzi termici tra casa ed esterno.
  • L’aria delle stanze diventa troppo secca, favorendo la diffusione di polveri che intaccano il sistema respiratorio.

Il progresso tecnologico nell’ambito del riscaldamento ha reso possibile la progettazione e la realizzazione dei termostati smart. Sono un dispositivo domotico che rende ancora più immediata la loro gestione e l’impostazione della temperatura desiderata. Grazie infatti alla connessione con le rete wifi di casa, l’utente può interagire con il termostato attraverso, ad esempio, gli assistenti vocali come Alexa o Google Home.

La comunicazione avviene anche a distanza tramite l’app installata sul cellulare e da cui avere sempre un monitoraggio costante: le notifiche avvertono in caso di malfunzionamenti e tra le informazioni trasmesse compare il livello di umidità registrato dal dispositivo. È l’indicatore che indica se l’aria è troppo secca per una temperatura troppo alta o troppo umida per una temperatura troppo bassa: una situazione da evitare con cura per impedire la formazione di muffe

Come impostare il termostato?

 

Dotarsi di un termostato tecnologicamente avanzato è di grande aiuto nella gestione del riscaldamento lungo tutta la giornata. Il termostato rende possibile la programmazione dell’erogazione di calore a seconda delle diverse fasce orarie, effettuata tenendo conto della presenza o meno degli abitanti di casa. 

  • Al mattino è molto più probabile che la casa sia vuota perché chi ci vive è fuori per lavoro o per motivi di studio.
  • A partire dal pomeriggio e fino a sera, c’è il rientro a casa. 
  • La notte è il momento del riposo, per cui si interrompono le attività casalinghe. 

Mantenere la stessa temperatura equivale ad uno sforzo energetico che non viene sfruttato e, di conseguenza, ad un elevato spreco di energia. C’è chi pensa che spegnere la caldaia quando la casa è vuota sia una valida soluzione, ma non è detto: una volta che il sistema di riscaldamento verrà riattivato, sarà sottoposto ad uno sforzo maggiore e prolungato perché venga raggiunta la temperatura richiesta.

Una gestione oculata del termostato evita questa situazione, onerosa per le tasche degli utenti. Fissando una temperatura minima accettabile dal termostato, l’impianto di riscaldamento continuerà a lavorare a giri più bassi, usando un esempio automobilistico. In questo modo impiegherà meno tempo e meno sforzi energetici per arrivare alla soglia dei 19/20° C. 

Il valore aggiunto del termostato intelligente è duplice.

  • È sempre connesso con l’utente e una versione di buona qualità è dotata di strumenti come la geolocalizzazione per cui è in grado di capire quando qualcuno sta rientrando a casa, attivandosi perché venga accolto da un ambiente ben riscaldato.
  • È progettato con algoritmi in grado di apprendere le abitudini settimanali. giornaliere e orarie degli abitanti, contribuendo ulteriormente a risparmio di energia.

 

impostare-termostato

Come impostare il termostato in estate?

 

Tra i termostati sul mercato c’è quello conosciuto come termostato estate/inverno. Si caratterizza per il fatto che oltre ad attivare il sistema di riscaldamento, può avviare quello di raffrescamento degli ambienti. 

Per attivare la modalità estiva, è sufficiente intervenire sul dispositivo semplicemente attraverso un tasto e aiutandosi con i simboli:

  • di norma quello che riporta un cerchio che ricorda il sole, indica la modalità per il riscaldamento invernale;
  • quello che richiama invece un fiocco di neve indica la modalità per il raffrescamento estivo.

 

impostare-termostato

Come impostare la temperatura dei termosifoni per risparmiare?

 

L’efficientamento energetico non si limita alla gestione del termostato, ma include quella dei radiatori. Per impostare la loro temperatura si fa riferimento alle valvole termostatiche, che regolano il flusso d’acqua calda all’interno dei termosifoni

Le valvole tradizionali hanno una scala di valori, che va da 0 a 5:

  • se è impostata sullo zero, corrisponde ad una temperatura antigelo (5°-10° C);
  • se è impostata sul 5, viene generato calore finché la temperatura non raggiunge all’incirca i 27/29 gradi.

Tenendo a mente che il comfort termico si ottiene a 19/20° C, il valore su cui impostare il radiatore è 3

Come nel caso del termostato, anche le valvole termostatiche di ultima generazione offrono una soluzione domotica e la combinazione tra termostati e termovalvole smart è la migliore strategia per risparmiare. 

  • Entrambi, grazie alle loro tecnologie, assicurano una rilevazione precisa della temperatura interna. 
  • La comunicazione con l’utente è costante e immediata: un elemento molto utile specie in caso di anomalie e malfunzionamenti. 

Al pari dei termostati smart, le termovalvole intelligenti sono regolabili sia in modo manuale, visualizzando direttamente sul device la temperatura desiderata, o a distanza con un semplice click sull’app oppure un comando vocale. In aggiunta questa tipologia di valvole dispone di sensori che intuiscono se una finestra è aperta mentre i radiatori sono in funzione: intervengono così sospendendo l’erogazione per un periodo di tempo prefissato, evitando inutili dispersioni di calore. 

Altri articoli

termostato intelligente wifi

Smart Thermostat

155,00 €

Sostituisci il termostato tradizionale con il nostro Smart Thermostat dalle funzionalità evolute per controllare con maggiore precisione la qualità dell’aria e la temperatura degli ambienti di casa.

ACQUISTA

Smart Valve

95,00 €

Controlla la temperatura di ogni singola stanza senza l'esecuzione di opere murarie o elettriche. Le nostre Smart Valve sono compatibili con tutti i marchi di radiatori e i principali produttori di valvole idrauliche.

ACQUISTA

Connection Unit & Repeater

125,00 €

La Connection Unit va collegata al router di casa ed è indispensabile per controllare tutti gli altri dispositivi del sistema dove e quando vuoi direttamente dal tuo smartphone tramite App.

ACQUISTA